Si è conclusa poco fa la riunione straordinaria del Consiglio Federale volta ad analizzare nel dettaglio la situazione contingente nella quale ci troviamo anche a fronte dell’evoluzione del numero di contagi e delle misure che, in moltissime regioni, sono state adottate nelle ultime ore.

Nella riunione sono stati presi in considerazione anche i risultati dell’indagine condotta tra le società a seguito della riunione del 13 ottobre u.s.

I risultati raccolti, pur dimostrando una forte voglia di continuare e proseguire nel campionato e nelle competizioni, evidenziano anche l’indubbia preoccupazione nei confronti della situazione attuale. In sintesi il 50% delle società che hanno risposto al questionario hanno dichiarato di voler procedere e continuare le competizioni nel rispetto del protocollo e fintanto permesso dalle normative, mentre l’altro 50% ha dichiarato la preferenza per la sospensione del campionato fino al termine del 2020 proponendo una ripresa nel 2021.

Il Consiglio Federale si è, quindi, trovato di fronte ad un movimento spaccato in due tra un atteggiamento più cauto e uno più ottimista, e ha, dopo una lunga discussione e dopo aver vagliato e discusso i diversi punti di vista, dovuto prendere una decisione, consapevole della difficoltà del caso. 

Grande importanza è stata data alla valutazione dei dati che dimostrano, nell’ultima settimana, un forte aumento del numero di contagi e del rischio a questo correlato. 

Il Consiglio Federale, conscio della particolare situazione del nostro movimento sportivo e mettendo, come sempre, la salute e la tutela degli atleti più fragili al primo posto ha, quindi, disposto la sospensione con effetto immediato del Campionato di PCH di Serie A1 e A2.

Rimane possibile, a discrezione delle società e in base alle situazioni territoriali e all’evoluzione della pandemia, proseguire con gli allenamenti di squadra purché questi si svolgano nel pieno rispetto del protocollo federale, delle misure di sicurezza per il contenimento del virus e del quadro normativo regionale.

Il Consiglio Federale di concerto con l’Area Tecnica FIPPS assicurerà una puntuale e attenta analisi del calendario per poter riprendere in sicurezza la competizione garantendo il corretto svolgimento del Campionato nel rispetto assoluto dei Regolamenti Federali soprattutto per quei gironi di serie A1 e A2 che hanno già visto la disputa di gare in calendario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.