I Madracs Udine volevano una edizione da record per Metti il Turbo 2019, in modo da festeggiarne alla grande il primo lustro come un vero e proprio compleanno, di quelli che contano davvero.

Cinque candeline non sono poche per un evento di beneficenza nato da una idea di un piccolo gruppo che crede nella passione e nella forza dello sport.

Il 9 giugno, al parco Ardito Desio di Udine, la squadra verde nero, il team più importante in Regione nel mondo dell’hockey su carrozzina, ha esaudito il proprio desiderio: record di squadre iscritte, ben 94, record di presenze, incredibile affluenza e partecipazione alle stelle nella zona festeggiamenti con chiosco e musica al centro dell’attenzione con oltre 1500 persone presenti durante la giornata.

Sport, divertimento e solidarietà. Metti il Turbo 2019 ha espresso al meglio gli obiettivi di un evento unico nel suo genere.

Una giornata indimenticabile per tutti i partecipanti: tanti i sorrisi, tanti i grazie, tanti i complimenti, fra novità e conferme che hanno dato vita alla 5° edizione, una festa ancora più grande di sempre. Una giornata che per i Madracs ha un sapore davvero speciale: 1500 persone al fianco di una piccola associazione, 1500 persone che credono nei sogni verde nero. Il fornitissimo chiosco, i gonfiabili per i più piccoli, i dj set con dj Tony e dj Soul Ja Check, le esibizioni di danza della Dance Country CAP le performance live de Il Mercatovecchio e dei Chicago Burning e la Green and Orange Run, capace di regalare una ulteriore sfumatura di colore ad una giornata che già di per sè rappresenta una tavolozza di emozioni e colori infinita, hanno fatto da cornice alla staffetta più divertente dell’anno dove a farla da padrona è la spensieratezza e la voglia di stare bene, insieme.

A chiudere Metti il Turbo e di conseguenza la stagione verde nera ci hanno pensato le autorità presenti. L’assessore Cigolot del Comune di Udine e il sindaco di Martignacco, Gianluca Casali, accompagnato dagli assessori Pinzan e Merluzzi, dopo i saluti di rito hanno provveduto a premiare assieme ai giocatori i runners e le squadre che si sono distinte per originalità e impegno. L’atleta più giovane, una bimba di appena 5 anni, il responsabile di squadra con più squadre – ben 9, l’atleta più stravagante, la squadra più colorata, la squadra di soli over 60 e la squadra di sole donne.

“Metti il turbo è ormai diventata una tappa fondamentale nella vita della nostra associazione e ogni anno restiamo piacevolmenteentusiasti e sorpresi per il grande affetto che riceviamo nel corso di questa giornata, che cresce sempre di più. Ci permette allo stesso tempo di concludere alla grande la stagione assieme ai nostri sostenitori e di porre le basi di sussistenza per la stagione a venire”.

Questo il commento del presidente Ivan Minigutti, che continua spiegando come “il campionato 2018/19 è stato molto impegnativo: per la prima volta abbiamo partecipato ai play-off scudetto e abbiamo concluso con un quinto posto assoluto a livello nazionale. Non male vero? Bene, parte di questo successo deriva anche dalla benzina che ci regala Metti il Turbo”.

Un campionato entusiasmante, insomma, non poteva che prevedere una festa finale altrettanto calorosa. “Ogni anno il giorno prima di Metti il Turbo pensi basta, questa è l’ultima volta. Ogni anno al termine di Metti il Turbo il pensiero è totalmente ribaltato. I grazie dei partecipanti, la luce nei loro occhi, i tanti sorrisi, ti danno una carica enorme, per ricominciare da subito a pensare all’edizione successiva e questo significa che stai facendo qualcosa di veramente grande, per te come persona, per la tua squadra, per tutti coloro che hanno la fortuna di poter dire IO C’ERO” – così l’Event Manager Benedetta De Cecco commenta questo piccolo gioiello tutto verde nero.

Come sempre gli abbracci, i sorrisi e i ringraziamenti da parte dei partecipanti agli organizzatori hanno fatto dimenticare tutte le fatiche di un processo di pianificazione e progettazione che dura mesi. Un’unica differenza rispetto agli anni passati: quest’anno i partecipanti erano molti di più e tutto è stato ancora più bello! A tutto questo esercito di sostenitori, al loro affetto, a tutte le famiglie, i volontari e gli sponsor l’Associazione Sportiva Dilettantistica Madracs Udine vuole recapitare il più enorme dei GRAZIE e un emozionato arrivederci al prossimo anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.