[vc_row][vc_column][vc_column_text]Si svolgerà a Roma il 20, 21, 22 e 23 novembre prossimo alla Stazione Tiburtina il Festival della Cultura Paralimpica: quattro giorni tra proiezioni, dibattiti, presentazione di libri e mostre a tema, in cui sarà offerto a tutti uno sguardo a 360 gradi sul tema ‘sport e disabilità’ partendo dagli atleti e le loro storie, un’occasione per conoscere meglio i protagonisti di un movimento che ha saputo conquistare, negli anni, gli onori delle cronache e l’attenzione dell’opinione pubblica.

“Questo viaggio che parte dalla stazione Tiburtina – ha raccontato Luca Pancalli durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento – vede protagonista una grande squadra che sta cercando di rivoluzionare il Paese. Con la Rai il CIP iniziato tempo fa un percorso affiancati, da Vancouver 2010. Dietro ognuna delle nostre storie di successi sportivi c’è una storia umana, atleti ed atlete a cui è stata data un’opportunità di dimostrare le proprie abilità, ciò che ci è rimasto e non che abbiamo perso”.

Un viaggio verso nuove e affascinanti sfide, non a caso il payoff scelto è “Disabilità di in movimento”.

L’inaugurazione si terrà martedì 20 novembre alle 17 con il taglio del nastro e la presentazione di un documentario inedito sulla storia del movimento paralimpico italiano realizzato dalla Rai e si concluderà il venerdì 23 novembre con la presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella che, tra gli altri impegni ufficiali, riceverà gli Azzurri che si sono laureati Campioni del Mondo a Lignano Sabbiadoro durante gli IWAS Powerchair Hockey World Championsip.

“Ho appena appreso con grande emozione la notizia che la nostra nazionale Campione del Mondo il prossimo 23 novembre sarà ricevuta dal Capo dello Stato Sergio Matterella – commenta il Presidente FIWH Antonio Spinelli –  questo avvenimento sottolinea ancora una volta quanto la conquista del titolo mondiale sia il coronamento di un sogno non solo per la Nazionale azzurra ma per tutto il moviemento. Questo incontro, fortemente voluto dal sottoscritto – continua Spinelli – senza dubbio rimarrà un ricordo e una pagina storica per il nostro movimento. Sono particolarmentre grato al Presidente della Repubblica per aver voluto e accettato di incontrare i nostri atleti, e altrettanto lo sono al Presidente del Comitato Paralimpico Luca Pancalli per essersi prodigato per renderlo possibil. Tutto questo sottoliena, ancora una volta, non solo la reputazione e l’attenzione che il Comitato Paralimpico ha del nostro movimento ma anche che, come recitava lo slogan del nostro mondiale, Sport is Sport, e questo vale e ci accomuna tutti.”

Considerata l’eccezionalità dell’evento e al fine di agevolare l’arrivo su Roma da parte di tutti gli atleti della squadra nazionale si è ritenuto di dover sospendere i Campionati e di pianificare nei due giorni seguenti del 24 e 25 novembre un raduno sempre su Roma della Nazionale.

Le due giornate di Campionato saranno da recuperare nei termini previsti dal regolamento e la nostra Area Tecnica seguirà le operazioni di armonizzazione del calendario in base alle esigenze di tutte le squadre interessate dalla sospensione.

Alle squadre viene lasciata la libertà, solo in caso di comune accordo, di giocare con l’assenza del giocatore convocato a Roma.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.